Concept #imperfezione

Velocità, potenza, perfezione, infallibilità, grandezza, efficacia: sono i termini spesso associati all’innovazione digitale. Un progresso travolgente e inarrestabile. Uno tsunami tecnologico artefice di un mondo diverso da quello che conosciamo e che, al netto di ogni facoltà divinatoria, seguirà logiche tutt’oggi inimmaginabili.

Un andamento così rapido ed avvolgente non può che sollevare criticità da parte di chi considera l’innovazione digitale alla stregua di una moderna “stregoneria” fuori dal controllo umano. 

Eppure il potenziale della rivoluzione digitale è enorme e solo l’essere umano può renderlo un fattore abilitante di innovazione sociale, individuale e collettiva, ispirata a principi etici e solidali, in grado di rapportarsi e preservare l’equilibrio dell’ecosistema naturale in cui viviamo.

Internet Festival parlerà di un’innovazione digitale meno idealizzata, più imperfetta. Una spinta innovativa che si soffermi sugli elementi di discontinuità a discapito dell’omologazione, di inclusività nel rispetto delle diversità e delle disparità. Un’innovazione democratica che privilegi l’imperfetta armonia della partecipazione per costruire sistemi digitali effettivamente tagliati su esigenze collettive condivise.

A Internet Festival l’intelligenza umana incontrerà quella artificiale perché ogni conoscenza, in qualunque parte del mondo sia stata raggiunta, sia condivisa e ottimizzata. Si discuterà su come ideare macchine e sistemi di intelligenza artificiale che innovino preservando l’imperfezione creativa e anticonformista, considerando che le anomalie possano essere utili per mantenere sistemi aperti, privi di confini e sovrastrutture delineate.

In ciò che non è compiuto, e quindi perfetto, c’è lo spazio per un mutamento ed un’evoluzione che può dare il via a azioni e idee nuove, creative ed inclusive. L’imperfezione è connaturata al processo evolutivo naturale che parte dall’esistente, usa ciò che ha a disposizione ed inventa nuove soluzioni con esiti non perfetti, ma adatti alle contingenze. 

Imperfetto è un paesaggio in cui l’io non è più il padrone della scena, ma lascia spazio ad un “noi” più inclusivo e collettivo, dove il fattore umano non è sempre centrale. In uno scenario in cui, la crisi della privacy, la mercificazione del sé, la spettacolarizzazione della vita intima e il governo degli algoritmi sono il corollario di un soggetto “aumentato” ed estetizzato, diventa fondamentale abitare il presente in una logica della congiunzione che rievochi il senso del comune, la comunità e la condivisione.

A IF, quindi, sarà protagonista un’innovazione digitale al servizio dell’essere vivente in grado di aiutare e coadiuvare laddove il solo cervello umano fallisce, preservando la difformità ambientale e creando le condizioni perché non sia fonte di emarginazione, ma di ricchezza. 

Che l’innovazione digitale sia non uno scudo per diventare invincibili, ma un modo per tutelare la fragilità. Non una via per l’invulnerabilità, ma un percorso di sensibilità ed inclusione.

Promosso da:

Organizzato da:

Con il Patrocinio di:

Media Partner:


		
EVENTS EVENTI
PEOPLE PERSONAGGI
KEYWORDS KEYWORDS
{{item.title}} {{item.title}}
{{title}} {{title}}
Date and Time: Date e Orari:
Dal From {{item.start}} - al to {{item.end}}
With: Con:
{{item.title}}
Venue: Sede:
{{item.title}}
Typology: Tipologia:
{{item.title}}
Target: Target:
{{item.title}}
Language: Lingua:
{{item.title}}
Keywords: Keywords:
{{item.title}}
THEMATIC AREA AREA TEMATICA
{{item.name}}
VEDI I DETTAGLI SEE DETAILS
ABOUT ABOUT
{{title}} {{title}}
Events: Eventi: {{item.title}}