Derrick De Kerckhove

Derrick De Kerckhove

Dopo gli studi con Marshall McLuhan, Derrick de Kerckhove ha intrapreso una ricerca approfondita sulla capacità dei media di influenzare l’esperienza percettiva e cognitiva umana, partendo dal presupposto che i mass media possono essere definiti come psicotecnologie, cioè tecnologie che influenzano e modificano i modi di pensare e di sentire. Ha elaborato i concetti di ipertinenza del web, in relazione al grado di rilevanza che specifiche connessioni stabiliscono con i contenuti evocati da una query, di webness, cioè di una specifica dimensione cognitiva, una forma di intelligenza connettiva costituita da utenti connessi a internet, di inconscio digitale, cioè di inconscio digitale. tutto ciò che si conosce di te che non conosci, che è memorizzato in Big Data e accessibile da Data Analytics, del sistema sociale limbico, una teoria che enfatizza l’impatto virale e globale delle emozioni sui Social Media, ecc… Ricordando la teoria dell’Intelligenza Collettiva di Pierre Lévy, de Kerckhove l’ha aggiornata e adattata al contesto tecnologico e ai costi delle reti, puntando alla connessione delle intelligenze come approccio sinergico e all’incontro dei singoli soggetti per raggiungere un obiettivo. Questa connettività va di pari passo con e al tempo stesso completa l’idea di collettività proposta da Lévy, aggiungendovi la specificazione dei partecipanti e del loro ruolo nella rete. Non solo, quindi, la comunicabilità dei singoli elementi come caratteristica fondamentale del nuovo mezzo, ma la possibilità offerta per l’azione/creazione di una produzione multimediale, o di un artefatto cognitivo. De Kerckhove ha organizzato nei suoi corsi e in varie sedi in tutto il mondo seminari di intelligence collegati alle aziende commerciali, ai governi e alle università per aiutare piccoli gruppi a pensare insieme in modo disciplinato ed efficace utilizzando le tecnologie digitali. In qualità di consulente per i media, per i suoi interessi culturali ed educativi e per le politiche correlate, de Kerckhove ha avviato progetti Urban Happiness per coinvolgere i cittadini nel miglioramento del loro senso di appartenenza e di comunità nel loro luogo di residenza. Attualmente è visiting professor presso il Politecnico di Milano e direttore scientifico di Media Duemila e dell’Osservatorio TuttiMedia, si occupa dell’epistemologia dell’Intelligenza Artificiale e della crisi creata dall’incontro della Trasformazione Digitale con il millenario alfabetico e letterario establishment.

Eventi Derrick De Kerckhove

Promosso da:

Organizzato da:

Media Partner: